“Il Pescatore”

Cinque anni fa quando ero in vacanza a San Benedetto del Tronto, una sera presi la bici in prestito dall’hotel in cui alloggiavo. Mi misi a pedalare per un bel pezzo di strada, perchè prima di arrivare dove volevo impiegai una mezzoretta. Giunsi al porto e legai la bici.
Mi levai le ciabatte e cominciai a camminare sugli scogli. Mi è sempre piaciuto camminare sugli scogli, perchè mi da un senso di avventura. Guardare dove mettere i piedi e stare attento a non cadere, perchè nella testa martella un solo pensiero "Se scivolo, mi spacco la testa!".
Nonostante questo pensiero il superamento degli scogli è una missione che va ben oltre il rischio. E quasi mi dimenticavo di una cosa: quando si cammina con le scarpe non è un problema, ma quando si è a piedi nudi, oltre alla paura di scivolare sopraggiunge anche quella dei granchi. Con quelle loro zampettine subito pronte a pizzicarti.
Comunque quella sera zompettai agilmente tra tutti i massi, e arrivai a quello che vidi la mattina precedente quando la luce del giorno mi permise di distinguere gli scogli più lisci, da quelli più aguzzi.
Raggiunto l’obbiettivo, mi sedetti. Ero contento perchè davanti a me, a qualche metro di distanza, c’era proprio la ragione che mi spinse ad essere lì quella sera.
La luce di un lampione, seppur debole, mi permetteva di intravedere la sua figura, e guardare con attenzione tutti i suoi movimenti. Ma quel pescatore, nel buio della notte, non faceva poi tanti movimenti, se ne stava piuttosto fermo, immobilizzato. Se di movenze dovessi parlare, allora dovrei dire dei viaggi che in quei minuti faceva la mia mente.
Pensavo a ciò che quell’uomo poteva pensare. Assurdità…però queste riflessioni mi facevano compagnia, e probabilmente facevano compagnia anche al pescatore. Mi piaceva immaginare che il pescatore, con il suo pensiero e con la sua profonda concentrazione, attirasse a sè i pesci.
Ma la lucetta del galleggiante, restava fissa, anch’essa immobile, sulla superficie dell’acqua.
Quel pescatore credevo non sapesse che quella sera eravamo in due a fissare quel piccolo pezzo di mare, nell’attesa che un pesce prima o poi abboccasse all’amo.
Che silenzio che c’era attorno. Solo il rumore delle onde contro gli scogli e il motore di qualche nave in lontananza.
La quiete in cui ero immerso, per certi versi mi faceva "paura". Di tanto in tanto, infatti, mi guardavo alle spalle. Credevo che qualcuno potesse cogliermi di sorpresa. Però poi, mi voltavo, e vedevo solamente una distesa di massi.
Ad un certo punto la voce del pescatore: "Hai visto qualche pesce in zona mentre ti arrampicavi sugli scogli?".
E mentre gli rispondevo con una risatina innocente dicendogli "No, si vede che anche loro sono in vacanza", pensavo tra me e me come avesse fatto a notarmi, dato che credevo di essere stato abbastanza lesto ad arrivare dov’ero.
"Anche tu peschi?" aggiunse. Ed io, in tutta onestà risposi "No, ci ho provato qualche volta, ma al massimo sono riuscito a tirare su qualche cozza!".
Sentii la sua risata, ma non vidi l’espressione del viso, a parte i denti bianchi illuminati dalla luce del lampione.
La pesca è da sempre stato per me, uno di quegli hobby, non lo chiamo sport perchè non mi sembra il termine più azzeccato, che mi ha suscitato parecchie riflessioni.
Per certi aspetti mi affascina, e parecchio. Per altri, mi annoia. Una noia che assale, secondo me, quando i pesci non si decidono ad abboccare. Per uno come me che è abituato a volere le cose subito, l’attesa non è la cosa migliore.
Eppure, la passione per la pesca, in un modo o nell’altro mi è sempre passata molto vicina.
All’età di 8 o 9 anni ricordo le estati in cui con la mia famiglia si andava a pescare al porto di Rimini. Forse non era proprio Rimini, ma da quelle parti di sicuro. Ricordo anche di diversi amici che avevano questa passione, i quali spesse volte mi hanno invitato con loro, ma ho sempre rifiutato forse più per pigrizia che non per mancanza di curiosità.
Chissà, forse un giorno anche io sentirò il richiamo del mare, ma per il momento non voglio ancora alcun pesce sulla coscienza.
Si era fatto tardi, e seguendo i passi dell’andata, ritornai alla mia bici. Guardai per un ultima volta il pescatore, e vidi che aveva un braccio alzato, un gesto che venne accompagnato da una sua frase: "Ha appena abboccato!!".
Li per li ero un pò deluso, perchè avrei voluto assistere alla scena, però poi scherzosamente ribattei all’uomo: "Allora è bene che vada. Così abboccheranno altri pesci".
Di nuovo la sua risata accompagnata da un "buonanotte ragazzo".
Già…buonanotte anche a lei. Cominciai a pedalare verso l’hotel…


[foto:Gigi_E]

Annunci

30 thoughts on ““Il Pescatore”

  1.  E’ bello quando regali dei frammenti di te. Grazie.
     
    P.S. Uh, anche a me piaceva tanto camminare sugli scogli, quel brivido che ti percorreva pensando alla pericolosità di un passo falso. Ancora adesso mi piace camminare sugli scogli 🙂
  2. "All’ombra dell’ultimo sole…" 🙂
    Da bambino andavo anche io a pescare poi mi è passata la voglia: sono cambiati gli amici, il modo di divertirsi… però anche io sono sempre rimasto affascinato dai pescatori, ma più che altro l’idea di stare di fronte ad un’entità così misteriosa ed infinita e "profanarlo" attraverso un sottile filo trasparente. Il resto è attesa. L’uomo rimane in silenzio, il mare risponde, prima o poi.

  3. UNICO, DOLCE, RILASSANTE…..HANNO GIà DETTO TUTTO…SCRIVI IN MODO FANTASTICO SEMPRE CON UN ALONE DI FASCINO INCREDIBILE, DIRETTO, SINCERO…e poi arrivi sempre alle persone, al cuore e fai pensare, fai sorridere, a volte sognare e ricordare le cose davvero belle e importanti…. baci e continua così!
  4. devo dire caro dani che il tuo racconto è stato rilassante.
    E’ bello vedere un pescatore,solo con i suoi pensieri che aspetta di beccare qualche pesciolino.
    Io che sono una persona impaziente e frenetica credo che dopo max 10 minuti mollerei tutto.
    Un bacione e scusamis e nn passo da un po’ ma non riesco ad entrare nei blog.
    ciao Sara
  5. Che belle parole.. Sei riuscito a trasmettermi le tue emozioni.
    Devo dire che ti capisco, sai?
     
    Io sono di San Benedetto,
    e quando ho bisogno di stare un po’ sola con i miei pensieri me ne vado al molo, mi siedo su uno scoglio e guardo il mare, l’orizzonte. Mi trasmette un senso di tranquillità che non so descrivere, svuota la mente.
     
    Un bacio e buona seata.
    Cris.
  6. prova a scrivere un bel romanzo………baci baci baci baci baci baci baci baci baci baci baci baci baqci baci baci bacibaci baci baci baci baci baci baci baci
  7. Buon pomeriggio……
    sei sempre dolcissimo nel raccontare di te….delle tue emozioni……credo che la tua ragazza sia molto, ma molto fortunata e credo che tu sia una bella personcina…..
    Cosa devo aggiungere dopo quello che ti hanno scritto?……condivido tutto…..rimango senza parole……per una volta sto’ zitta io….
    Un bacio
    Paola
  8. …bello,bello, veramente bello!
    Io sarò pure un poeta (speriamo…!) ma anche tu non scherzi!!!
    tra 2 giorni a quest’ora sarò a pranzo in piazza Bra, o ci manca poco!
    ciao
    Ale
  9. ..GRAZIE per questo altro pezzettino di te.. 🙂 ..momenti unici, nella loro semplicità così intensi e intrisi di sensazioni, di percezioni e riflessioni.. a volte il silenzio da riempirsi di mille parole e immagini.. che ci rimarranno dentro più di tanto rumore.. la notte poi è magica.. rende tutto più vicino.. i sensi "sentono" di più.. siamo più "aperti", ricettivi.. si apre un ulteriore canale di comunicazione con ciò che ci circonda, e con la parte più profonda di noi stessi.. a volte si genera una sensazione di fluida sintonia..
    Grazie per questo scorcio nella tua vita, Dani..
    Sai come la penso.. 🙂
    (pienamente d’accordo con Manu..)
  10. Pescare è molto più che gettare una lenza con l’amo in acqua e stare in attesa che un pesce abbocchi.
    Pescare implica una capacità di osservazione della natura e dei suoi ritmi, una conoscenza degli ambienti e delle stagioni e una vera e propria passione per "la solitudine attiva", quella solitudine che è fatta di contemplazione, di riflessione e mai di noia, perchè la noia fa parte della sfera della "solitudine passiva", dove noi subiamo la vita e il tempo ci sembra non passare mai.
    Il pescatore è in una situazione mentale più che mai attiva, perchè elabora continuamente le modalità di "inganno" della sua preda, il pesce.
    Il pescatore ama il pesce, lo rispetta, lo ammira e in molti casi lo protegge (sono tantissime le associazioni di volontariato che tutelano le acque e controllano le popolazioni ittiche a rischio con recuperi e semine).
    Pesco da quando ho 7 anni.
    Ormai la pesca per me è più di una passione. E’ un bisogno.
     
    carlo alberto
    fly fishing
  11. quando via così sul personale Dani mi piaci tantissimo!! le parole scorrono da sole.. è bellissimo leggerti!! ed immaginare tutto come essere stata te!
  12. Bella questa storia alla "vecchio e il mare".. il pescatore, come figura, ha effettivamente il suo fascino e ricorre spesso nella letteratura.
    Io personalmente non sono un fan della pesca, però ho anch’io tanti ricordi in proposito.
    Piccola curiosità: ho fatto molte vacanze nel tirreno e moltissime nell’adriatico.. i pescatorii adriatici me i ricordo sempre di notte, quando magari annoiato mi allontanavo da qlc festa in spiggia.. mentre quelli tirrenici sempre all’alba quando vado a correre in spiaggia x godermi lo spettacolo del sole che sorge dal mare..
    Buona giornata!! 🙂
  13. il mestire del pesatore, è bello in base a come viene fatto, c’è quello che si mette sulla riva e attende che il pesce abbocchi alla sua trappola, e ci sono quelli che con i pescherecci vanno al largo con le reti e li prendono di forza… quando si parla di mare e di pesatori mi viene in mentre a sempre questa canzone… non so se riuscirei mai a fare il pescatore.. probabilmente non avrei tanta pazienza a stare lì ad attendere… un kiss. bravo come sempre…   
  14. Bravo bell’intervento e belle parole, tutto spiegato nei minimi dettagli, con precisione, adoro il mare, senzanon potrei stare, ci sono nato e sxo di poterci vivere x ilresto dei miei giorni, xkè è un luogo ke, allo stesso tempo riesce a cogliere in me gioie emozioni e dolori, ciaoooooo
  15. Ciao dani….
    il mare trasmette sempre tante emozioni…sarà perchè io l’adoro…la sua immensità ti riempie l’anima….
    un grande baciotto…..
    buona giornata
  16. Ciao dani…
    No,non sto cambiando! Per l’amor del cielo!!!! ahah
    Sto bene così come sono… xò può capitare di essere diversi!
    Buona giornata un saluto

  17. Che dolci ricordi… Li racconti con dovizia di particolari, segno dell’amore che, almeno a mio avviso, nutri per essi. Il pensiero del mare, degli scogli e di quanto hai narrato mi accompagna a letto… Si, perchè dove vivo è oramai notte fonda ed è il caso che mi diriga verso il letto altrimenti domattina per alzarmi ci vuole la fanfara dei bersaglieri! 😀
     
    Buonissima giornata a te!    RAF
  18. Grazie davvero a tutti voi per condividere con me i miei e i vostri ricordi!!
    Un abbraccio gigante pr prendervi tutti insieme 😉
     
  19. buongiorno dani!!
    ke bello iniziare la giornata cn un racconto sul mare… sai quanto lo adoro!!! e poi te scrivi così bene… mi sembrava di essere lì!
    condivido il momento in cui dici ke la pesca ti affascina ma x la tua indole rikiede troppa attesa… io sn esattamente cm te, ho poca pazienza nell’aspettare le cose, è questione di carattere!
    tanti baciottoli e buona giornata… pescatore!! ^^
  20. che bello il mare di notte…., anche io in vacanza, quando cala la notte, mi perdo davanti al mare, quando avevo 6 anni sono caduta in un lago cercando di pescare, l’estate scorsa dopo 20 minuti persi ad infilare un verme VIVO , ho iniziato a pescare dopo 15 minuti sono ritornata in spiaggia, perchè mi ero annoiata…
  21. Ho sempre pensato anch’io che la pesca fosse "qualcosa di +" che il semplice aspettare che un pesce abbocchi. Un modo per stare con se stessi, per allontanarsi dai rumori, frenesie e ritmi della vita di ogni giorno.
    Bel ricordo!
    Buona giornata
  22. come è bello alzarsi e mentre ti sorseggi una tiepida tazza di caffè leggere queste belle cose…. Mi piac molto come scrivi e cio che scrivi. Grazie Dani
  23. …buongiorno, rinnovo i complimenti per la chiarezza e la costruzione….ma la pesca è da considerarsi uno sport…per la mente…buona giornata pescatore!!!!
  24. …buon giorno dani, bellissimo il tuo racconto, mi ha fatto tornare in mente gli anni della mia fanciullezza (1 o 2 L…boh)
    praticamente finita la scuola io vivevo in riva ai fiumi, adoravo pescare….quando sei lì fermo anche la tua mente si ferma ed è tutta concentratta, aspettando quel attimo magico in cui sente  tirare la lenza. Un giorno ho pescato un’anguilla, credendo che fosse un serpente sono scapata, per fortuna c’erano i miei amici che l’hanno recuperata…ora sono troppo sensibile…non riuscirei più a fare…. ma allora era quasi una questioni di sopravivenza.
    Scusami ti ho riempito la testa con le mie storie….
    Un bacio e buona giornata.
    Rosy.
  25. i ricordi scandiscono la nostra vita e ti scaldano il cuore…grazie per averlo condiviso con noi…un bacio e buona giornata
  26. Buongiornooooooooooooooooooooooooooo!!!!
    Devo dire che svegliarsi con le tue parole non è male 😉
    Anche la versione di Dani narratore ha i suoi fans ahahahah
    Una buonissima giornata! Un kissone 🙂
  27. …Ho vissuto la scena…..ottima descrizine visiva e sentimentale!
    A mio dire la pesca rilassa, ti lascia assorto nei tuoi pensieri, da modo di riflettere nel silenzio…..se sei solo…..cosa difficile….specie d’estate…..a me non dispiace,ma evito l’amo la canna ed i vermi  😉  come faccio? semplice all’albeggio, quado posso….mi siedo in riva al mare,ed ascolto i miei pensieri…..
    Buona giornata…..Pallina 😉
  28. ciao dani ,avevo 2 minuti e ho letto la tua storia…
    bravo scrivi bene ,mi sembrava di vedere  la scena!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...