“Canzonette mortali”

Le volte che è con furia
che nel tuo ventre cerco la mia gioia
è perché, amore, so che piú di tanto
non avrà tempo il tempo
di scorrere equamente per noi due
e che solo in un sogno o dalla corsa
del tempo buttandomi giú prima
posso fare che un giorno tu non voglia
da un altro amore credere l’amore.

Con questa poesia mi allineo un pò all’ondata di pessimismo generale che pervade i blog in questi giorni, come ha ben notato Alessandro qualche giorno fa.
Non parlo quasi mai di Amore nel mio blog, perchè trovo che spesso si dia una visione di questo troppo semplicistica. Leggo "ti amo" a destra e sinistra come se fossi ad un mercato a sentire la voce dei venditori che ti invitano a comprare qualcosa.
Mi piace piuttosto, la visione negativa dell’Amore. Si perchè questa ti fa riflettere, e pone davanti quel senso di dispersione che nella fase dell’innamoramento un individuo non riesce neanche a vedere.
E quindi, a tutti gli innamorati, tremate perchè quando si alza il vento la "polvere negli occhi" arriva per tutti.
Paura èh… 😉
Buona giornata!

Annunci

19 thoughts on ““Canzonette mortali”

  1. eeeeeeeeeeee……………prima o poi…c’est la vie!! LA VITA E’ SEMPRE PIENA D’AMORE….OVUNQUE……E IN TUTTI I MODI……

  2. bei versi, di sicuro, ed è vero, l’amore è bello e non importa sia troppo mieloso!
    Importante è sentirlo!
    Pessimismo e OTTIMISMO sono entrambi dentro di noi, sta ad ognuno fare la sua scelta!
    ciau
    Ale
  3. Ahaaa  l’amour…l’amour…..ottenebra la vista colora di rosa il tempo, celestiale visione amata, odo cantar gli angeli al tuo sguardo tutto per te amor mio…..o poi….BANG……ci si sveglia……il colore diventa grigio velato non si ode + musica celestiale ma striduli diverbi di voce, la vista si appanna si, ma di rabbia infuocata gli angeli perdono le ali e tutto diventa realtà…..No no scherzo…..
    Comunque non c’è cosa + bella dell’innamoramento, fine a se stesso,la persona è attiva forte e temprata, si passa poi alla 2 fase l’amore, che rimane nel tempo, se tutti finisce all’innamoramento ,si è goduto, ma in parte di ciò che non sarà.
    bellissimi i tuoi post come sempre…Pallina  😉
  4. mmmmmmmh quanta disillusione che traspare dai commenti… ragazzi capisco le delusioni, ma diamo a Cesare quel che è di Cesare! l’amore è prima di tutto GIOIA, il dolore non deve offuscare la capacità dell’uomo di amare…
    e cmq..d’accordissimo con chi abolirebbe sdolcinatezze&co. sui blog; l’amore non va ostentato così…
    😉
  5. credo che questo pessimismo dipenda dall’esgoismo e dal menefreghismo che al giorno d’oggi è di moda!!
    Oggi poche persoen credono ancora nell’amore.
    Ciao caro Dani e buona settimana
    Sara
  6. io sono pienamente d’accordo con te!! mi piace parlar d’amore ma senza quell’illusione esagerata a cui spesso tanti si riferiscono parlando d’amore e sperperando i "ti amo" facendone perdere completamente il senso… e come sempre i tuoi post arrivano sempre al momento giusto.. non che qualcosa non vada come vorrei, ma proprio oggi riaffiora un ricordo che rende questa poesia ideale…. un bacio
     
    p.s.: te possino Dani.. ho vistoil trailer di "awake"… ora sì che me la sto facendo sotto… ;((((((
  7. Cosa mi sono persa….Roberto e Danilo? alias Enzo e Carlo?….di quale s………?….
    Comunque Dani…buon pomeriggio….giornata uggiosa, grigia….ufffff…
    Bella poesia….triste, malinconica, mi associo a Sabrina….ma quella ragazza è un pozzo di sapienza, io la tengo d’occhio, è troppo una testa fine….ma tu….la tieni d’occhio più di me….vero….?
    Bisognerebbe avere più pudore a pronunciare la parola "ti amo",  forse solo nella fase dell’innamoramento…ma credo che a me non sia successo….
    Cavolo, ora ho messo in moto il mio cervellino….e sto aggrottando la fronte….cerco di ritornare indietro nel tempo….e sto pensando…
    Ma oggi…non potevo evitare di entrare qui da te?…
    ufffff….
  8. noooo,sono già malconcia a causa dell’influenza,pure la polvere negli occhi???
    ho visto anch’io molti blog "da diabete",soprattutto quelli delle ragazzine.Penso comunque che nella vita virtuale come in quella reale siamo tutti diversi,ognuno di noi ha un modo diverso di eprimere i sentimenti,c’è chi mette in piazza il proprio amore con cuoricini "love love" , chi più riservato evita di farlo e chi come te adora descriverlo in visione negativa…
    io????preferisco raccontare le mie favole nel blog…(100 nani)
    Cambiando discorso… ho visto….che….
    NON HAI ANCORA VOTATO!!!! Daiiiiiiiiiii…..
    baci baci
     
     
     
  9. Il positivismo è morto e sepolto intorno al 1910, quando gente del calibro di D’Annunzio, Pascoli e Baudelaire diedero vita alla corrente che tutt’oggi ci caratterizza: il decadentismo! Uniformatevi, gente: this is the future!

  10. Buon giorno! ^^
    Bhe, come tu ben sai (o comunque come avrai di certo intuito da ciò che scrivo nel mio blog e dai temi che spesso trattiamo in MSN. NB: il nomignolo che mi hai attribuito) io non sono una grande estimatrice dell’amore moccesco: lo ri pudio con tutta la forza che ho in corpo (assieme alle scrittine glitterose di cui sotto). Al contrario, mi affascina l’amore visto sotto una chiave malinconica, demolitrice, puramente leopardiana. A volte mi capita di pensare che la mia è solo viltà, giacchè rifugio i miei disagi in pensieri, ragionamenti e filosofie che sostanzialmente sono la mia passione, il mio piccolo riparo, il mio "nido". Ma nonostante ciò, seppur una verità palese non esiste, continuerò a vederlo così: un po maledettamente, ma pur sempre coinvolgente, struggente e onestamente emotivamente profondo, molto più profondo. Esulando un attimino dal tema dell’amore (anche se quest’ultimo c’entra quasi sempre, in un certo senso anche nelle righe che sto per proporvi), vorrei mettere in evidenza una poesia che mi colpì molto di Raboni, dedicata alla sua Milano, a quella che era nella sua infanzia, con i suoi quartieri disagiati e le case fatiscenti dei poveri, abbattute per ricreare, per risanare. Questa poesia assume la funzione di chiara contestazione sociale, un vero e proprio male morale che pone alla luce il contrasto tra le certezze del passato e la confusione, il caos, l’inquietudine dei dubbi dell’oggi:

    "Di tutto questo
    non c’è più niente (o forse qualcosa s’indovina, c’è ancora qualche strada
    acciottolata a mezzo, un’osteria).
    [..] Ma quello
    che hanno fatto, distruggere le case, distruggere quartieri, qui e altrove,
    a cosa serve? Il male non era li dentro.
    Il male
    non è mai nelle cose"
    .

    Un po ungarettiana questa poesia (e nel complesso la poetica di Raboni di molto montaliana, per sua stessa ammissione), ma pur sempre unica. In particolar modo, mi colpirono le ultime righe: "..a cosa serve? Il male non era li dentro // Il male // non è mai nelle cose". Adoro il modo in cui descrive la sua vecchia Milano, e con essa le sue certezze, le sue vecchie emozioni, i suoi ricordi, le sensazioni legati ad ogni minimo particolare, ad ogni suono, ad ogni immagine, criticando fortemente lo stravolgimento a cui il progresso ci conduce inevitabilmente. Assieme al problema dell’incertezza contro il quale ci si va a scontrare, c’è a mio parere un significato intrinseco, ma evidente: il male, se si ha intenzio di scacciarlo, non si debella distruggendo le cose o stravolgendo ciò che ci circonda: il male è nelle persone, in coloro che le cose le creano, le stravolgono, ne decidono le sorti.

    Ps. Kisskiss, quando puoi passa da me: ti presto un paio d’occhiali! xD

  11. esperienze negative d’amore????? l’esperta risponde…….eccomi qua!!!!!!
    hai ragione a volte si parla troppo facilmente, e a volte si parla e basta….
    cmq viva l’amore, per chi ha avuto  la fortuna d’ incontrarlo….: avete la mia invidia!!!!!
     
  12. eh…dimmi chi nn ha paura dell’amore…e dei mille dubbi che racchiude..
    dir ti amo…nn è facile xo…nn crederlo…forse hai ragione c’è chi lo dice senza riflettere..ma nn è da generalizzare…
    c’è chi ama fino in fondo per dirlo…
    tremare?? e si…capita a tuttti….ma se si ama veramente si torna sulla retta via…il vento si placa Dani…
    buona giornata…
    un grande kiss
  13. ahahahah grazie mille x la tremarella che ci hai messo addosso ahahahah
    sapessi che novità ahahahah
    scusa ma non riesco a fermarmi di ridere ahahahah
    tesorino nostro, lo sappiamo benissimo che quando si alza il vento sono dolori… scusa ma che lo vieni a dire a me????? 😛
    Con tutta quella polvere x poco non divento cieca 😉
    cmq bellissima poesia, anch’io adoro i versi malinconici e nostalgici
    Baci caro 🙂
  14. oddio… è bellissssssima…
    ank’io come te preferisco spesso leggere l’amore in veste malinconica (+ ke negativa)… forse xkè fino ad ora a me personalmente nn ha regalato grandi felicità… xò spero sempre ke arrivi "il mio momento" ahahah anke se nn credo ke ostenterò molte scrittine glitterose ke sviliscono il rapporto… sn + x le cose intime quando si parla d’Amore!!
    baciottoliiii
     
    ps: robyyyyyyyyy, ma cos’è??????? ahahahah
  15. Boh…io mica l’ho capito il senso della poesia; sarà che sono ancora tutto un fremito dopo la scopata che mi hanno consigliato di farmi?….. ahhahahahahahahahah (dani per favore, nel caso spiega tu ahah)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...