L’arte del copiare a scuola

Con questo post oggi voglio consigliare un blog assolutamente da non perdere per tutti i ragazzi che frequentano ancora la scuola dell’obbligo.

Vado un pò contro i miei interessi, dato che la scuola l’ho ormai conclusa da un pò, però l’idea di questo blog è così originale che merita un minimo di attenzione.

Si chiama “L’arte del copiare a scuola“: “Come riuscirò a cavarmela questa volta?”, quante volte vi siete fatti questa domanda la sera prima di un compito in classe? Ecco allora la risorsa che fa per voi, quì potrete trovare mille modi per riuscire a cavarvela in ogni caso…provare per credere…

L’intento del blog è molto chiaro. Aiutare a trovare la via migliore e più semplice per superare i compiti in classe, copiando. E’ ovvio che non si deve fare, la classica cosa che i moralisti direbbero, e probabilmente hanno ragione. Ma a chi non è mai capitato di ritrovarsi in questa situazione?

Così attraverso questo blog si potranno trovare diverse tecniche per riuscire a cavarsela nelle situazioni più disparate e disperate. Se avessi trovato questa risorsa nei tempi in cui frequentavo la scuola, sarebbe stato sicuramente un sito presente tra i primi posti dei miei preferiti. Spero non leggano i miei ex professori…

Sono sicuro che lo troverete divertente, pure  per quelli che come me la scuola l’hanno già terminata da un pezzo. In fondo è un bel modo per ricordare i tempi andati, oppure un modo per accorgersi di tutte le strategie che si potevano sfruttare per copiare senza che ci avessimo mai pensato.

Visitatelo e commentatelo, e magari…suggeritelo ai vostri amici!
Buona lettura e auguri per il vostro prossimo compito in classe!

(Prendiamo la cosa con il giusto spirito)

Annunci

2 thoughts on “L’arte del copiare a scuola

  1. ahahahah che bello e quanti metodi!!!!
    caspiterina a saperlo qualche anno prima… 😛
    Dai alcuni però li usavamo… sono quelli classici ed intramontabili: le fotocopie iper rimpicciolite, lo scriversi tutto nei vocabolari e poi il bello era ricordarsi a quale parola ahahahahah, quella dello zaino, i codici sul banco (xkè poi erano davvero codici indecifrabili), sul foglio protocollo stesso, etc…
    Poi ci stavano le genialate, ricordo ore ed ore a scriversi tutto nelle braccia e nelle gambe ahahahahah
    E poi quella che adoravo fare io… avevo un maglione “da compito” praticamente durante i compiti in classe ero sempre vestita allo stesso modo ahahahahah Era un maglione con degli spacchi ai lati. Io scrivevo tutto in foglietti piccolissimi e poi li cucivo (si hai capito bene, con ago e filo) nella parte interna di questi spacchi. Cosi dall’esterno non si vedeva completamente nulla ma da seduta alzavo il lembo del maglione e…. tadan!!!!! ahahahah
    Bene adesso che la mia reputazione è andata a farsi benedire posso andare 😀
    smack

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...