La strana legge dell’autobus numero 62

Questa sera pensavo ad una cosa…

Ero in autobus, purtroppo si, pur odiandoli alle volte sono costretto a utilizzarli. Ogni volta che devo prenderlo, mi reco nel tabacchino più vicino e acquisto il mio biglietto per la bellezza di 1€. Relativamente poco vero?

Faccio il mio dovere da bravo cittadino e spendo sempre quel misero euro per viaggiare tranquillo e non incappare nel primo frustratissimo controllore pronto a multarti con sorriso maligno. E pensare che ogni volta spendo 1€ per farmi si e no 5km di strada, per un totale di 10 minuti di autobus. Potrei rischiare di salire senza biglietto, ma la mia coscienza è troppo pulita per essere così miseramente sporcata.

Eppure ogni volta che sono seduto comincio a vedere persone che salgono e non obliterano mai il biglietto, presumo non ce l’abbiano neanche. Non posso nemmeno pensare che siano muniti di abbonamento, perchè se ce l’avessero dovrebbero “obliterare” anche quello. Non ce l’hanno punto e stop. Queste persone salgono o alla mia fermata o a quella dopo, e quando io scendo dall’autobus loro sono ancora su. Quindi si permettono di fare anche più strada di me senza biglietto o abbonamento.

E ogni volta che vivo questa tristissima situazione penso: ma porca miseria!! Possibile che questa gente sia così fortunata? Se lo facessi io, se rischiassi di salire senza biglietto, minimo 400metri e vengo multato!

Questo pensiero è lo stesso che ti viene quando si vedono macchine che parcheggiano in divieto di sosta. Mai multate!!! Però se la macchina vado a metterla io, sembra quasi che il vigile sia già nella mia macchina (magari nascosto nel baule) pronto a scendere e multarmi! E lo dico perchè è capitato: arrivo in centro città, mi metto in un posto a pagamento, tempo due minuti e ho già il vigile che mi multa.

Proprio in quell’istante poi, te ne esci con la classica esclamazione: “ma non è giusto!! Io sono qui e la macchina gliela sposto subito, sicuramente altre macchine non possono sostare e lei multa proprio me?“. Ma la multa te la prendi e ti prendi pure una misera figura da cretino per quello che hai appena detto.

A questo punto la domanda nasce spontanea: sulla base di quale strana legge morale tutto quello che è consentito agli altri non è consentito a me? Chi ha stabilito che gli altri possano sempre avere un BIP sfondato ed io una sfiga attaccata al BIP?

Scusate lo sfogo, ma sono dilemmi che attanagliano la mia mente ogni qualvolta salgo su quel benedettissimo autobus n.62!

5 thoughts on “La strana legge dell’autobus numero 62

  1. Ah come ti capisco Dani!!
    A me è capitato solo una volta di imbrogliare con un biglietto, cancellando dove era obliterato…era il primo anno di università, prima volta in assoluto in giro coi pullman in città, io ed il mio coinquilino!
    Saliamo, nemmeno 500 m che sale il controllore!!E che sfiga…poi il ragazzo che era con me, grazie alla faccia tosta che si ritrova unita al fatto che è un tirchione, è riuscito a farci fare una multa sola “in coppia”…io una vergogna quella sera, per fortuna nell’autobus non c’era quasi nessuno!
    Dopo quella volta, meglio i soldi del biglietto che la pessima figura!!Forse è servito da lezione….per il mio amico però non ha funzionato ancora!!

  2. Ho trascorso anni facendo la vita da studente pendolare….e son stato multato due volte😉 Dai ora ti svelo la mia parte da “studentello disonesto”.
    Alle superiori usavo il treno(avevo l’abbonamento) e dalla stazione a scuola andavo a piedi. Poi però arrivava l’estate, e per arrivare sulla spiaggia bisognava prendere l’autobus: a quei tempi i biglietti non erano magnetici, e c’era il trucco: bastava stendere uno strato di vinavil sulla parte del biglietto da obliterare, obliteravi il biglietto….e poi con una gomma si cancellava sia la vinavil che l’obliterazione e il biglietto era come nuovo. A fine estate non ricordo come ma mi fecero una multa…..ma vuoi mettere?? sono andato al mare per un’estate intera aggratis😉
    Poi un’altra volta, marino la scuola (da noi si dice “fae vela”) e sto in giro con due mie amiche e due loro compagne di classe; saliamo sul bus, biglietto alla mano (magnetico….non valeva più il trucco della vinavil..) da obiterare solo in caso di necessità: la necessità arriva ma ci multano lo stesso e il controllore è stato bravissimo….si, con le 4 ragazze!!! A loro una multa per ogni due…io non ero “in coppia”, quindi tariffa piena😦
    Ora non salirei mai su un autobus senza obliterare un biglietto, ma mi è capitato SPESSISSIMO di vedere SIGNORE che lo fanno e mi scandalizzo!!! Comunque, a proposito dell’abbonamento, tu dici che se queste persone di cui parli lo avessero dovrebbero timbrare pure quello. Non so come funziona a Verona, ma da noi l’abbonamento lo obliteri solo durante la prima corsa del mese, non è necessario timbrarlo sempre.

    • ahahah Rob, fantastico!!!😀
      Anche io avevo un trucco, che ti credi! Ma adesso sarei un fesso a cercare di fregare per un solo euro.
      Ma il controllore che ti fa la multa piena io l’avrei ammazzato. Ma che discorsi sono: multa in coppia? Cos’è un quiz?

      Qui praticamente con l’abbonamento, uno sale e deve passare il codice a barre davanti ai raggi infrarossi. E quando si sente il BIP è stata letta la corsa. Intendevo in questo senso obliterare😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...