PEPTI 2010. Un breve riepilogo della faccenda.

Mi sembra doveroso fare un riepilogo su un precedente post che su questo blog ha trovato parecchio riscontro: PEPTI, promozione turismo individuale: pubblicità ingannevole?

A parte alcune offese gratuite, che non ho pubblicato, per questo tipo di offerta ci tengo a fare un piccolo riassunto avendo avuto la possibilità di leggermi molti commenti.

A tal proposito ne approfitto per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a fornire sempre più informazioni.

Parto subito dicendo che:

  1. la maggior parte dei lettori di questo blog non hanno aderito alla presunta offerta PEPTI, ritenendola un pò strana.
  2. moltissimi altri lettori, dopo aver aderito, pensano di essere incappati in una “fregatura”.
  3. pochi altri hanno invece aderito all’offerta senza alcun problema.

Voglio quindi tranquillizzare tutti quelli che credono di essere stati truffati. Non si tratta di truffa, bensì di un metodo alquanto strano di fare promozione turistica. Leggendo tutto il regolamento PEPTI si evince infatti che gli Hotel che aderiscono a questa offerta sono realmente esistenti e che tutti coloro che decidono di aderire avranno il loro soggiorno garantito (pur dovendosi poi pagare vitto e alloggio).

Se quindi avete ricevuto il bollettino postale, non temete. Pagate e poi scegliete la vostra meta come se doveste scegliere un normalissimo viaggio. Naturalmente dovrete trovare quegli Hotel che fanno parte del PEPTI.

Tuttavia mi restano alcune questioni dubbiose:

  1. Perchè i bollettini postali hanno un prezzo differente? Chi deve pagare 22€, chi invece deve pagare 32€, chi un altro prezzo ancora.
  2. Perchè il regolamente del PEPTI non è ben visibile nella mail che viene inviata? Come in ogni offerta che si rispetti è più che doveroso rendere le persone coscienti di ciò a cui vanno incontro.
  3. Perchè, SOPRATTUTTO, parlare di “soggiorno gratis” se poi alla fine di gratis c’è ben poco?

Concludo quindi con una considerazione personale: io non ci trovo grandi vantaggi in tutto questo, ma altri invece si. Altri lettori di questo blog hanno commentato al precedente post dicendo di aver proceduto nel pagamento del bollettino e nella ricerca dell’hotel in cui soggiornare.

Quindi niente truffa. Niente fregatura. Probabilmente trattasi di una non chiarissima esposizione dei fatti.

LEGGETE BENE IL REGOLAMENTO SUL SITO DEL PEPTI http://www.pepti.it
C’è SCRITTO TUTTO. CHE POSSA PIACERE O MENO, UNA DOCUMENTAZIONE ESISTE.

CREATO UN GRUPPO SU FACEBOOK PER CONSENTIRE A TUTTI DI ESPRIMERE LE PROPRIE PERPLESSITA’. LO TROVATE QUI: http://www.facebook.com/groups/219627914805435/

88 thoughts on “PEPTI 2010. Un breve riepilogo della faccenda.

  1. Ciao! Io ne ho ricevuto una proprio in questo momento, ho cercato informazioni su internet ed eccomi qua🙂 … non ho ancora capito se effettivamente può essere conveniente oppure se comunque il vitto e l’alloggio si pagano (diversamente da quanto ti fanno credere nella mail -.-‘ ) …

  2. ne ho ricevuta una anch’ io oggi ma se ti dicono tre gg gratis in un albergo ok il vitto che potrebbe nn essere compreso ma per l’alloggio stiamo parlando di gg gratis in un hotel cosa dovrebbe esserci di conveniente se devo pagare anche l alloggio ???

  3. Ciao anche io in questo mese ho ricevuto numerose e-mail da questa associazione PEPTI, mi sono fermata alla richiesta di 27€ e dalle vs lettere ho deciso di cancellare tutto. Siamo a maggio 2013 e continuano a provaci. Grazie

    • IO NE HO RICEVUTO DIVERSE NEGLI ULTIMI DUE ANNI. Ne ho anche acquistate e utilizzate. Non c’è truffa. Gli alberghi che aderiscono rispettano quello che c’è scritto. Ci sono andato in Portogallo (Figueira de Foz, sono stato benissimo), in Spagna ed in Italia.
      Ora non ne prendo più, perché i costi degli alberghi sono aumentati e. fatti tutti i conti, non conviene più. Quello che hai da pagare con il voucher lo puoi ottenere anche direttamente dall’albergo, senza altri vincoli. Quindi nessuna truffa, il servizio viene dato (gli hotel hanno sulla porta scritto che accettano gli assegni eurorest). Ma ci sono alberghi che accettano sono aperti solo in certi periodi (e nel frattempo tade il voucher) ed altri che fanno prezzi cari. Per cui non trovo la soluzione più conveniente. Tutto qui.

  4. Il dominio pepti.it e’ intestato a ad una azienda polacca COMPOSYS GROUP SP. Z O.O. nella persona del sig.TOMASZ ADAM sito web http://www.composys-group.com/
    Ho provato a chiamare il loro numero del centralino +48.713010900 mi hanno risposto ho parlato in inglese con uno di loro e l’azienda e’ una multinazionale con sede in polonia e si occupano di viral marketing nel momdo del turismo.
    Giustamente mi facevano notare una cosa .
    Se fosse stata un truffa non avrebbero usato un dominio .it facilmente rintracciabile il titolare e con la possibili ta’ di essere oscurato da parte del NICIT ( la registration authority italiana dei nomi a dominio .it) .
    Ognuno di voi poi quello che vuole .

  5. anche io un pò ingenuamente ho aderito ma al momento della richiesta di denaro ho chiuso tutto e buonanotte al secchio. Subito dopo ho cercato su internet info utili ed eccomi arrivato a voi grazie Fabio da Torino

  6. Anche io oggi ho ricevuto la proposta il certificato costa 17.90 euro ma poi dovrei pagare vitto ed alloggio? Allora preferisco prenotare dove decido io senza limitare i giorni e il periodo…

  7. vorrei solo dire a tutti grazie, per i commenti e le riflesioni e che questa storia ancora non si è fermata (tipo catena di sant’antonio?) visto che siamo al 2012 ed ancora inviano queste mail.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...